La vera confessione
29 Aprile 2021
C'è silenzio, e silenzio…
4 Maggio 2021

Veder chiaro nella nebbia

Io ristorerò l’anima stanca, sazierò ogni anima languente

(Geremia 31:25)

 

Nelle ultime settimane diversi giornali stanno dando eco a delle ricerche fatte negli USA rispetto a uno stato d’animo che si sta manifestando in questo periodo di pandemia, che è stato definito così: “…l’assenza di gioia e di uno scopo. Secondo il New York Times, l’emozione che ci accompagnerà per tutto il 2021 ha un nome: si chiama “languishing”, che tradotto in italiano suona più o meno come “languire”. “È un senso di stagnazione e di vuoto. Ti senti… come se guardassi la tua vita da un finestrino appannato” (1).

Gli studi, notevolissimi, hanno investigato le cause e proposto soluzioni per questo stato d’animo con degli approcci molto interessanti, dal punto di vista sociologico, psicologico e pratico.

Dal punto di vista spirituale, non si può non notare come la Bibbia tratti diffusamente il tema del “languire”. È una condizione di sofferenza che, pur non essendo estrema e lancinante, è conseguenza di un desiderio insoddisfatto, di un bisogno importante il cui appagamento non sembra essere all’orizzonte.

È la condizione di chi non vede le promesse realizzarsi, come Davide, quand’era nel deserto di Giuda e diceva: “O Dio, io ti cerco dall’alba… a te anela il mio corpo languente in arida terra, senz’acqua” (Salmo 63)

È la condizione di chi vorrebbe celebrare il Signore nella Sua casa, ma è costretto lontano: “L’anima mia langue e vien meno, sospirando i cortili del Signore…” (Salmo 84).

Purtroppo, è anche la condizione di chi si allontana da Dio e vive nella disubbidienza: “Il Signore ti darà un cuore tremante, degli occhi che si spengono e un’anima languente” (Deut. 28:65).

Tornando alla definizione dello studioso, il languire è un senso di stagnazione e di vuoto, una mancanza di prospettiva, un futuro nebbioso

Carissimo, forse è questa la tua condizione oggi?

È perché ti sei allontanato dal Signore e dalla Sua volontà?

O perché le promesse che ti sembravano a portata di mano, ora sembrano allontanarsi e diventare sempre più improbabili?

O forse è perché il tuo desiderio di servirLo sembra difficile, se non impossibile, da realizzarsi?

Coraggio, amico e fratello, il Signore in persona oggi ti dice: “Io ristorerò l’anima stanca, sazierò ogni anima languente”.


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.