Questa prova non ti distruggerà
4 Settembre 2017
Veramente, sul serio
19 Settembre 2017

Una Famiglia Felice

Apparecchiò loro la tavola, e si rallegrava con tutta la sua famiglia, perché aveva creduto in Dio
(Atti 16:34)

 

Perché questa famiglia stava festeggiando?

Qual è la ragione della loro felicità?

Il nostro versetto è la conclusione di una storia molto semplice: Il capo famiglia stava per togliersi la vita a causa di un problema sul lavoro che egli temeva l’avrebbe rovinato per sempre. Dio, invece, aveva permesso che la sua vita fosse scossa, perché gli fosse annunciato il Vangelo.

L’uomo, raggiunto nel colmo della disperazione, credette in Cristo e fu salvato insieme alla sua famiglia.

Dunque questa famiglia era felice… perché aveva creduto in Dio.

Carissimi nel Signore, non possiamo nasconderci che sono troppe le case dove non c’è serenità, dialogo, pace. E, soprattutto, dove manca la speranza che qualcosa possa cambiare.

Che cosa pensiamo possa migliorare l’atmosfera nella nostra casa?

Che cosa ci servirebbe per rallegraci insieme ai nostri cari?

La famiglia di quel carceriere era felice perché aveva creduto in Dio.

Non fu l’offerta di un nuovo lavoro, né una casa migliore, né alcun intervento umano e materiale, ma fu l’ingresso della Parola di Cristo e della fede che da essa procede a cambiare le cose.

Ascolta questa meravigliosa notizia: Cristo non è cambiato, la Sua Parola è ancora efficace. Se tu la ricevi, se ti fidi di Lui, come quel padre una volta aspirante suicida, potrai anche tu portare a casa la felicità.

Ci credi?


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.