Pregare guardando in Alto…
8 Ottobre 2020
Pregare, prima di uscire…
13 Ottobre 2020

Stai “sul pezzo”?

Risalii di notte la valle, sempre considerando le mura;

poi, rientrato per la porta della Valle, me ne tornai a casa

(Neemia 2:15)

“Stare sul pezzo” è un’espressione giornalistica che indica l’impegno a non divagare dall’argomento e ad approfondirlo con correttezza e professionalità.

Alcune fonti la fanno risalire all’ambito militare per indicare il soldato che stava “al proprio posto di lavoro”, aggiungendo che il pezzo era evidentemente “quello d’artiglieria (cannone)”. La stessa fonte ne rintraccia l’uso anche nell’ambito delle fabbriche per indicare l’“attenzione sul lavoro”, senza distrazione.

Che cosa c’entra con il nostro versetto?

Precedentemente Neemia descrive la sua perlustrazione delle mura diroccate: Uscii di notte per la porta della Valle, e mi diressi verso la sorgente del Dragone e la porta del Letame, considerando le mura di Gerusalemme, com’erano rotte e come le sue porte erano consumate dal fuoco.

Quella stessa notte, dopo la ricognizione, Neemia rientrò a casa, sempre considerando le mura. La visione del bisogno, delle macerie e di tutto ciò che il peccato aveva causato, riempiva gli occhi e magnetizzava lo sguardo di Neemia tanto da non riuscire a distoglierlo, neanche per un instante.

C’è qualche dubbio che fu proprio il suo “stare sul pezzo” che gli consentì di ricostruire le mura, rimettere al loro posto le imposte e le porte della città in soli cinquantadue giorni, facendone un costruttore di successo?

Amici e fratelli, non possiamo negare che per quanto riguarda la cura delle nostre anime e il servizio al Signore, troppi di noi, e troppo spesso, siamo distratti e non riusciamo a “stare sul pezzo”. Motivi legittimi di distrazione e preoccupazione spesso finiscono per allontanarci dalla Parola, dalla preghiera e dalla comunione fraterna, causando una vita spirituale mediocre e infruttuosa.

Dio ci liberi dall’essere giudicanti e pessimisti e dal generalizzare, ma ci aiuti anche a non essere superficiali e ipocriti negando questa triste realtà.

Neemia portò a compimento un’opera immane perché non si fece mai distrarre: nonostante tutto, rimase sempre sul pezzo e Dio onorò la sua fede!

E noi, stiamo sul pezzo?


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.