Mai presi alla sprovvista
10 Luglio 2020
Non siamo egocentrici!
14 Luglio 2020

Speranza indomita

Ma io spererò sempre… (Salmo 71:14)

Il nostro salmo si riferisce quasi certamente alla fuga di Davide davanti al suo stesso figlio che, dopo avergli usurpato il trono, cercava di togliergli la vita.

Abbattuto dai sensi di colpa, amareggiato dal tradimento di amici e parenti e addolorato per il voltafaccia del popolo, Davide è anche umiliato dal disprezzo di chi, ora che è in disgrazia, lo maledice pubblicamente, augurandogli il peggio.

In un quadro così cupo, risplende la speranza di Davide, che nemmeno in circostanze così avverse e sfavorevoli viene completamente spenta. Egli, infatti, dice: Io, invece, continuo a sperare, ovvero …non cesso di sperare.

Tutta la storia di Davide c’insegna che la sua speranza era alimentata da tre semplici cose: il suo rapporto con Dio, la sua fede in Lui e il ricordo delle Sue liberazioni.

Dio, il suo Pastore, si era preso cura di lui fin dall’infanzia. Le sue gesta di pastorello, di giovane generale e di re conquistatore l’avevano fatto percepire al mondo esterno come “un prodigio”, mille volte in pericolo, milleuno vittorioso, perché Dio era sempre il suo rifugio.  

Perciò non meraviglia il fatto che egli continuasse a sperare nonostante tutto, facendolo diventare per noi un esempio, un rimprovero e un incoraggiamento.

È un esempio, che ci dovrebbe ispirare quando siamo perplessi, un rimprovero che ci dovrebbe mortificare quando ci lasciamo andare al pessimismo e un incoraggiamento a continuare a sperare anche quando tutto sembra doverci spingere a mollare.

Carissimi, possa lo Spirito Santo ispirare al nostro cuore la stessa risposta alle avversità che fu nel cuore e sulle labbra di Davide: “Anche se tutto sembra andare per il verso sbagliato, io continuo a sperare, accada quel che accada!”.


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.