Senza mezze misure

Aborrite il male e attenetevi fermamente al bene!

(Romani 12:9)

Il nostro versetto è stato tradotto anche così: “Fuggite il male con orrore, attaccatevi al bene”. Alcuni commentatori ritengono che sia la continuazione e la spiegazione della frase precedente: “L’amore sia senza ipocrisia”. Altri la considerano un’esortazione successiva e slegata.

Al di là di come il nostro testo si collochi nel più ampio quadro del capitolo, oggi vogliamo considerare come esso ci invita ad una doppia azione.

Un’azione “negativa”: prendere le distanze dal male in maniera netta, risoluta, inequivocabile, assoluta.

Un’azione “positiva”: attaccatevi al bene, senza esitazione, in maniera decisa e definitiva.

Vengono in mente due storie della Bibbia che illustrano questa verità.

Ricordiamo quando Paolo fu morso dalla vipera a Malta? 

Senza nessuna titubanza la scosse nel fuoco. Non si soffermò a capire, indagare o argomentare… la scaraventò via! È questo quello che dobbiamo fare con il male, nessuna carezza, nessun dubbio, nessun tentennamento. Dio ci aiuti ad allontanare dal nostro cuore sentimenti, dalla nostra mente pensieri e dalla nostra bocca parole che non Lo onorano, per non compromettere la nostra integrità!

Ricordiamo la storia di Rut la Moabita, quando disse alla suocera che nulla, tranne la morte, l’avrebbe separata da lei? 

L’“attaccamento” di Rut è diventato proverbiale nella storia della fede, quell’attaccamento, quella risoluta adesione alla fede nell’Iddio vivente, ne fece una principessa, conferendole un posto d’onore nella storia della grazia!

Carissimi, possa il Signore aiutarci, in questa epoca di grandi difficoltà ma anche di impensate opportunità, di fare scelte nette e senza mezze misure in favore della verità, per onorare Cristo, sempre, comunque e a qualunque costo.

Per farlo, abbiamo bisogno della Sua grazia e della Sua forza, per farlo bene vogliamo imitare Davide e pregare come Lui: Detesto il comportamento dei perversi;  non mi lascerò contagiare… L’anima mia s’attacca a te per seguirti; la tua destra mi sostiene (Salmo 101:3; 63:8).


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.