Perdere l’amore
12 Settembre 2016
Consolazione per i falliti
26 Settembre 2016

Se ti scoraggi, grida!

Se ti scoraggi nel giorno dell’avversità, la tua forza è poca
[Proverbi 24:10]

Nel giorno che ho gridato a te, tu m’hai risposto, m’hai riempito di coraggio, dando forza all’anima mia
[Salmo 138:3]

 

Leggendo superficialmente il versetto dei Proverbi potremmo sentirlo come un rimprovero, subirlo come una condanna. Ma in realtà è soltanto un termometro che indica la nostra naturale incapacità di reagire alle avversità.

Se le parole dei Proverbi sono il termometro, quelle di Davide, sono la medicina contro lo scoraggiamento che ci può prendere nell’avversità.

Non v’è alcun dubbio che la nostra natura (anche se rigenerata) e la nostra condizione attuale ci possono portare facilmente allo sconforto, all’abbattimento e, se non facciamo attenzione, all’avvilimento e alla depressione.

La soluzione non è nella forza di carattere, nell’autoconvincimento ma è nella preghiera, nella fiducia e nel tenerci legati saldamente a Cristo.

Carissimo, il messaggio di questa mattina è molto semplice: Qualunque avversità ti stia facendo vacillare, fiaccando le tue energie, non lasciarti andare nello scoraggiamento! Invoca il Signore, cercaLo con tutte le tue forze, confida in Lui con tutto il tuo cuore, ed Egli ti riempirà di coraggio, dando forza all’anima tua.

Non pensare che sia da deboli ammettere di essere scoraggiato, perché Dio non cerca eroi, ma persone ordinarie da fortificare con la Sua grazia.

Come la notte in cui Gesù andò incontro a Paolo, in prigione, così stamattina Egli viene da te e, come allora disse all’Apostolo, oggi dice a te: “Fatti coraggio!” [Atti 23:11].


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.