Liberati e trasportati
23 Maggio 2016
Dio “non riesce” a rinunciare a te
21 Giugno 2016

Quando finirà?

Ma le tenebre non dureranno sempre sulla terra che è ora nell’angoscia…
[Isaia 8:23]

 

Il tempo descritto da Isaia è quello dello sviamento, dell’allontanamento da Dio che produce inevitabilmente le tenebre della sconfitta, dello smarrimento, dell’umiliazione…

Il luogo, invece, è la Galilea dei pagani, la terra vicina al mare. È una regione disprezzata, che non vede luce, che sbanda nelle tenebre più fitte.

Il tempo in cui le tenebre finiranno, infine, è quello della venuta del Messia, che abiterà in Galilea e farà risplendere la luce della speranza mediante il Vangelo.

Ecco la descrizione di Matteo: “Il popolo che stava nelle tenebre, ha visto una gran luce; su quelli che erano nella contrada e nell’ombra della morte una luce si è levata. Da quel tempo Gesù cominciò a predicare e a dire: «Ravvedetevi, perché il regno dei cieli è vicino»”.

Sebbene rigettato dagli uomini e morto in croce per la nostra redenzione, Gesù Cristo è risorto e vivente e, ancora oggi, è pronto a portare la Sua luce nelle tenebre più fitte.

Questa Parola potrebbe giungerti mentre ti lamenti, domandandoti: “Quando finirà questa situazione così opprimente? Quando vedrò un po’ di luce?”.

Caro nel Signore, se stai vivendo nelle tenebre dell’angoscia per aver peccato, preso decisioni sbagliate o per la mancanza di speranza e di futuro, la Parola oggi ti dice che le tenebre non dureranno per sempre.

Possono finire anche in questo istante.

Se soltanto tu invochi il Nome di Gesù, Egli t’inonderà di luce (cfr. Efesini 5:14). Ci credi?


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.