Dillo a Gesù
5 Maggio 2015
Prega con la Bibbia in mano!
19 Maggio 2015

Prima della liberazione

Io ho invocato il tuo nome, o Signore, dal fondo della fossa; tu hai udito la mia voce… Nel giorno che io ti ho invocato ti sei avvicinato; tu hai detto: «Non temere!»
(Lamentazioni 3:55-57)

 

È molto probabile che Geremia stia descrivendo, in forma poetica, l’esperienza della cisterna fangosa in cui fu gettato a causa della sua predicazione.

Avviluppato dal fango, umiliato e fatto oggetto di scherni e sassate, Geremia provò un dolore e uno scoramento indicibili.

Sappiamo che il Signore usò un servo etiope, Ebed-Melec, per liberarlo da quella triste situazione.

Dal racconto del profeta è evidente, però, che prima della liberazione avvenne qualcosa di notevole e, dal punto di vista spirituale, ancor più importante della stessa liberazione. Egli aveva realizzato, nella cisterna, mentre sprofondava nel fango, la comunione e la consolazione di Dio: Ti sei avvicinato; tu hai detto: «Non temere!».

Nella letteratura evangelica spesso si usa lo stereotipo: “Dio prima di liberarti dalla prova, ti libera nella prova” e altre frasi fatte del genere.

È una verità assoluta e innegabile, ma non è così facile da vivere. Spesso, in teoria, la proclamiamo (sovente di più agli altri che a noi stessi), poi in realtà pretendiamo che il Signore ci liberi, e anche subito. Non siamo disposti ad ascoltare o ad aspettare, ma pretendiamo soltanto la fine immediata delle nostre prove.

Ecco perché, carissimi, la Parola di oggi è importantissima per chi sta vivendo un momento di difficoltà, sofferenza, solitudine. Il consiglio dello Spirito Santo è molto semplice: “Non disperare, invoca il Signore! Se L’invochi con tutto il cuore, con fede… prima ancora della liberazione realizzerai la Sua meravigliosa presenza. Lo sentirai vicino come mai prima. E, insieme alla comunione, sentirai la Sua voce consolarti, incoraggiarti, fortificarti”.

Sì! Prima della liberazione, e ancor meglio della liberazione… la Sua comunione e la Sua consolazione ti circonderanno, rendendo la tua anima ben protetta, anche nella prova più difficile.


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @Buonasettimana

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.