Prima della liberazione
11 Maggio 2015
Perchè tutto a me?
25 Maggio 2015

Prega con la Bibbia in mano!

Poiché tu stesso, o mio Dio, hai rivelato al tuo servo di volergli costruire una casa. Perciò il tuo servo ha preso l’ardire di rivolgerti questa preghiera.
(1 Cronache 17:25)

 

Davide, dopo che Dio aveva “bocciato” il suo progetto di costruire un tempio, ricevette una splendida promessa: sarebbe diventato capostipite di una dinastia benedetta, senza fine. (Quella promessa si è adempiuta in Cristo Gesù, il Figlio di Davide, appunto).

Egli, perciò, si presentò davanti a Dio forte della Sua promessa e, con ardire, reclamò quello che gli era stato assicurato per bocca del profeta, pregando più o meno così: “Sei stato Tu a rivelarmi il proposito di darmi una dinastia. Per questo ho il coraggio di farti questa preghiera”.

In un certo senso, potremmo affermare che Davide pregò “con la Bibbia in mano”, convinto della fedeltà di Dio, che fa quello che dice e mantiene quel che promette.

E noi, carissimi? Vogliamo, anche noi, imparare a pregare con la Bibbia in mano, indicando le promesse in cui Dio ci ha fatto sperare?

Egli promette salvezza a chi invoca il Suo Nome, pienezza di Spirito Santo a coloro che Gli ubbidiscono, segni e prodigi per quelli che credono nel Suo Figlio e annunciano il Suo Vangelo…

Smettiamo di portare a Dio i nostri progetti, di allungare a dismisura le nostre liste di preghiera per realizzare i nostri traguardi, sogni e desideri e iniziamo (o continuiamo, o ritorniamo) a pregare fondando le nostre richieste sulla Sua Rivelazione.

Se la leggiamo bene, la Bibbia non ci insegna soltanto che cosa chiedere, ma anche come farlo e, soprattutto, perché.

Lasciamo che lo Spirito Santo ci insegni a pregare come si deve.

Così Dio sarà glorificato nella nostra vita e il Vangelo di Cristo annunciato con potenza, per la salvezza di tante anime.

 


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @Buonasettimana

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.