Dio Risponde Per Te! (Tu Risponderai) [A. A. Esposito]
27 Gennaio 2013
Il profeta e i discepoli (La salvezza del Signore per i discepoli) [A. A. Esposito]
3 Febbraio 2013

Perché Paolo E Sila Pregando Cantavano?

C’è tra di voi qualcuno che soffre? Preghi. C’è qualcuno d’animo lieto? Canti degli inni (Giacomo 5:13)

 

Non esiste un’altra storia biblica dove gli imperativi di questo versetto si siano realizzati così perfettamente e contemporaneamente come quando Paolo e Sila, maltrattati e feriti, si trovano a pregare e cantare: soffrivano e avevano l’animo lieto (leggi Atti 16:25-34)!

Forse perché si ricordavano delle parole del Signore? Beati voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia. Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande nei cieli … (Matteo 5:10-12).

Nel vedere Paolo e Sila prigionieri, feriti, bloccati nei ceppi che pregano e cantano, ci sentiamo sempre inadeguati, e risolviamo il tutto o esaltando la grandezza della loro fede o sottolineando la piccolezza della nostra.

Nella realtà dovremmo saggiamente comprendere che quando il Signore fa parte della nostra vita, saranno molte le giornate in cui ci sarà da pregare per le sofferenze e da cantare per la lietezza che viene dall’essere figli di Dio, e spesso queste cose avverranno contemporaneamente!

Carissimi in Cristo, se la prigione degli apostoli si aprì fu anche per un fatto: quella cella non aveva impedito alla loro fede di esaltarsi nella preghiera e nella lode. Le percosse, la prigione e i ceppi non avevano “rinchiuso” la fede di quei due nostri fratelli, la cui speranza era in Dio, Che li aveva mandati a Filippi.

Cosi anche tu, amico che soffri, accetta il consiglio dello Spirito Santo e prega, ma trova in Cristo la tua serenità, nelle Sue promesse la tua lietezza e nella Speranza del Suo prossimo ritorno la tua gioia, e canta!

Qualunque “prigione fisica” ti stia limitando… prima che si apra “fisicamente” potrai distruggere ceppi,  sbarre e pareti con la preghiera e la lode che risuonano forti nel cuore dei redenti per il sangue di Gesù Cristo.

——————————————————————————————————————

Aniello & Rosanna Esposito

 

Twitter: @Buonasettimana

 

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.