No Signore, mai!
20 Gennaio 2015
Non perderò il sonno per voi
3 Febbraio 2015

Per tutta la vita

Io lo invocherò per tutta la mia vita…
(Salmo 116:2)

 

Davide, certamente, era un uomo che confidava nel Signore e invocava il Suo Nome. Aveva fatto una meravigliosa esperienza: “Io invocai il nome del Signore … ero ridotto in misero stato ed egli mi ha salvato”.

Delle benedizioni che derivano dall’“invocare” il Signore la prima da ricordare è certamente quella riguardante la salvezza: “E avverrà che chiunque avrà invocato il nome del Signore sarà salvato” (Atti 2:21).

Non c’è dubbio che questa promessa incoraggi sia la predicazione del Vangelo, sia la speranza di chi è schiavo del peccato, di qualsiasi peccato.

Fra le più citate c’è, probabilmente, quella del Salmo 50: “Invocami nel giorno della distretta, Ed io te ne trarrò fuori” (v. 15).

La promessa della liberazione è di grande incoraggiamento e spesso si collega a quella del Salmo 145: “Il Signore è vicino a tutti quelli che lo invocano” (v. 18).

Geremia, poi, aggiunge un’altra promessa, la rivelazione: Invocami, e io ti risponderò, ti annunzierò cose grandi e impenetrabili che tu non conosci” (33:3).

Tornando all’esperienza di Davide, vediamo che la sua storia di invocazioni esaudite, di liberazioni sperimentate, lo aveva portato ad una conclusione: “Poiché ha teso l’orecchio verso di me, io lo invocherò per tutta la mia vita”.

In altre parole, egli sta dicendo: “Siccome il Signore mi ha ascoltato quando L’ho cercato, io Lo invocherò per tutta la mia vita. Non solo per essere salvato o liberato o perché mi venga in aiuto nelle difficoltà, ma sempre!”.

Carissimi, considerando che nell’ebraico biblico invocare porta con sé anche il significato di cercare, gridare, annunciare, proclamare, pubblicare… permettiamo allo Spirito Santo di guidarci perché ciascuno di noi possa invocare, cercare, gridare, annunciare, proclamare, pubblicare… il Nome del Signore, tutti i giorni della sua vita!


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @Buonasettimana

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.