Soprattutto … Amore
4 Giugno 2018
Non DarLo Per Scontato!
20 Giugno 2018

Paura Di Scendere

Dio disse: «Io sono Dio, il Dio di tuo padre. Non temere di scendere in Egitto, perché là ti farò diventare una grande nazione. Io scenderò con te in Egitto, te ne farò anche sicuramente risalire
(Genesi 46:3, 4)

 

Giacobbe ne aveva viste tante, i suoi anni erano stati “pochi e travagliati” ed ora doveva scendere in un paese straniero.

Sapeva che suo nonno Abramo, cercandovi rifugio, aveva rischiato la vita; e sapeva che a Isacco, suo padre, Dio aveva negato il permesso di scendervi in un periodo molto difficile.

Ed ora, stranamente, Dio lo indirizzava in Egitto, perché Giuseppe, il suo amato Giuseppe, era stato mandato là per salvare la sua famiglia.

Il vecchio patriarca desiderava ubbidire, ma aveva paura.

Di che cosa?

Possiamo soltanto immaginare: l’ignoto, la cultura diversa e ostile, la paura di aver capito male, di abbandonare la terra promessa…

Probabilmente, era soprattutto paura di ciò che non conosceva, che non poteva né gestire, né controllare.

Chi di noi non ha paura di scendere?

Quella discesa era necessaria per la salvezza del popolo di Dio. Ci sarebbero stati dei problemi enormi, lunghe sofferenze… ma alla fine Israele sarebbe risalito dall’Egitto, numeroso, potente e ricco, vedendo la gloria di Dio nel redimerlo dalla schiavitù.

Sia ringraziato Gesù Cristo, Colui che potendo rifiutare di farlo …abbassò sé stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte della croce, per salvare le anime nostre.

Oggi, caro amico e fratello, Colui che ti chiede di scendere, ovvero di ubbidirGli in maniera che ti sembra difficile, inaccettabile e paurosa, ti ricorda che Egli è sceso molto più in basso per te, per salvare l’anima tua dal peccato e dalla morte.

Soprattutto, ti ricorda che non c’è luogo dove tu scenderai, per ubbidirGli, e nel quale resterai da solo. Lui scenderà con te, sarà con te e ti farà risalire, quando il Suo progetto per te sarà pienamente compiuto.

Ci credi?


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.