Non si può stare nascosti per sempre

Il re ordinò di arrestare Baruc, segretario, e il profeta Geremia. Ma il Signore li nascose. (Geremia 36:26)

 

Il malvagio re Ioiachim, irritato dalle profezie di Geremia, manda tre uomini ad arrestare il profeta e il suo segretario, Baruc. Dio, però, è di diverso avviso e nasconde miracolosamente i Suoi due servitori.

È una storia che ci incoraggia e ci mostra come Dio protegge quelli che confidano in Lui; potremmo anche trovare altri episodi simili in cui il Signore nascose i Suoi servitori in modi diversi (Elia, Paolo a Damasco).

È bello essere “nascosti” da Dio, protetti dalla Sua mano potente, scaldati sotto le Sue ali paterne. È impossibile non citare, a tal proposito, il ricorrente desiderio di Davide di essere “nascosto all’ombra delle Sue ali” (cfr. Salmo 17:8).

La storia di Geremia, però, ci ricorda che non si può restare nascosti per sempre.

Al profeta – e a tanti come lui – non fu sempre concessa la tranquillità del rifugio, ma egli fu chiamato ad esporsi per servire il Signore, finendo per subire l’umiliazione dell’arresto e la durezza della prigione.

Geremia non solo fu arrestato, ma fu trattato con disprezzo e gettato nel fango di una cisterna da dove uscì duramente provato nel morale.

Eppure, in quella prigione egli espresse delle preghiere di straordinaria intensità, realizzò una speciale presenza del Signore, diventando esempio e ispirazione per tutti quelli che soffrono per amore di Cristo.

Carissimi, in questi tempi così complicati potremmo avere bisogno di essere “nascosti” dal Signore per proteggerci dal pericolo, e saremo grati a Lui per questo.

Dio ci aiuti, però, a non sviluppare un’attitudine mentale e spirituale che ci spinga a volercene restare sempre accucciati al sicuro, perché intorno a noi, nelle famiglie e nella comunità, ma soprattutto “là fuori” nel mondo, c’è tanto bisogno di uomini e di donne di Dio pronti a servirLo, senza paura delle conseguenze.

Se oggi il Signore ci sta tenendo al “calduccio” lo fa per fortificarci, ma dobbiamo sapere che non possiamo rimanere nascosti per sempre: prepariamoci a uscire per servire Cristo, servendo il prossimo!


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.