È già pronto!
17 Agosto 2015
Presto sarai liberato
31 Agosto 2015

Non restare a guardare

Gli uomini d’Israele uscirono da Mispa, inseguirono i Filistei e li batterono…
(Leggere 1 Samuele 7:7-14)

 

Mispa è il nome di diverse località descritte nella Bibbia. Il significato del termine è: “Torre di vedetta” “Osservatorio”.

Nel nostro testo fu teatro di un momento di ravvedimento, consacrazione e adorazione di portata storica. Il popolo, unito intorno al sacerdote Samuele, sperimentò un momento d’intensa comunione, un’adorazione che non realizzava da oltre venti anni.

Questo, però, causò l’aggressione dei Filistei.

In quel luogo essi udirono i tuoni con cui Dio sbaragliò i loro nemici e li videro fuggire, spaventati e sbandati.

È a questo punto che il cronista riporta le parole del nostro versetto: “Gli uomini d’Israele uscirono da Mispa…”.

Già! Gli uomini di Israele uscirono dalla torre di vedetta, smisero di osservare, non rimasero a guardare lo spettacolo, ma scesero in campo.

Così i Filistei furono umiliati e non invasero più il territorio d’Israele. Tornarono anche in loro possesso le città che i Filistei avevano sottratto.

Carissimi, non smettiamo mai di ringraziare Dio per i momenti di comunione che Egli ci concede, ma ricordiamo che i nostri luoghi di adorazione non devono diventare luoghi d’isolamento, di osservazione distante e svogliata.

Se il Signore ci concede momenti di gioiosa e benedetta comunione, è per prepararci alla battaglia, a sconfiggere il nemico, a riconquistare posizioni perdute.

Non parliamo di combattere uomini, e nemmeno di impantanarci in campagne religiose, fanatiche e moralizzatrici, ma di inoltrarci nel mondo “che giace nel maligno” per annunciare, concretamente, il Vangelo della grazia.

Perché tante anime schiave del peccato e del vizio, della paura e dello scoraggiamento, dell’ansia e dell’amarezza, possano trovare la salvezza in Gesù Cristo.

Sia ringraziato il Signore per tutte le riunioni benedette che ci concede, ma ricordiamo: questo è il tempo di scendere in campo per annunciare il Vangelo, con ogni mezzo, in ogni luogo, a ogni creatura.


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @Buonasettimana

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.