I Carismi dello Spirito Santo
24 Dicembre 2011
L'”Ultimo” Risveglio
24 Dicembre 2011

Ma pure, Io resto sempre con te

(Vivere oggi, un rapporto personale con Cristo)

… tu m’hai preso per la mano destra; mi guiderai con il tuo consiglio e poi mi accoglierai nella gloria
(Salmi 73:23, 24).

… vi siete convertiti dagl’idoli a Dio per servire il Dio vivente e vero, e per aspettare dai cieli il Figlio suo che egli ha risuscitato dai morti; cioè, Gesù… (1Tessalonicesi 1:9, 10).

 

Asaf è un credente che ha lasciato un segno nella storia della grazia. Fu a disposizione di Dio e del re Davide come levita nel servizio sacro. Egli conobbe difficoltà e perplessità, amarezze e dubbi superandole alla presenza di Dio. Si tratta di una persona le cui orme disegnano in maniera indelebile la fragilità della natura umana e la fedeltà della grazia di Dio verso quelli che Lo amano. Considereremo di Asaf, particolarmente, il riassunto che egli fa della sua vita nei vv. 23 e 24 perché rappresenta in maniera sintetica e comprensibile che cosa la Bibbia intende per “rapporto personale con Dio”. A questo scopo, all’esperienza di un individuo dell’Antico Testamento affiancheremo la testimonianza di una comunità del Nuovo Testamento: i Tessalonicesi (1Tessalonicesi 1:9, 10). Di loro come di Asaf, si può dire che incontrarono il Signore, camminarono con Lui, in vista della gloria con Lui. E di noi?  […]