La via che ancora non c’è

Non ricordate più le cose passate, non considerate più le cose antiche. Ecco, io sto per fare una cosa nuova; essa sta per germogliare; non la riconoscerete? Sì, io aprirò una strada nel deserto, farò scorrere dei fiumi nella steppa 

(Isaia 43:18, 19)

Dio è immutabile, la Sua Parola non viene mai meno, la dottrina e l’etica biblica non hanno bisogno di essere aggiornate in nessun caso e per nessuna ragione.

Sono verità molto semplici che non è mai superfluo ricordare. Infatti, nei versetti precedenti al nostro, la verità è ben esposta: “Io, io sono il Signore, e fuori di me non c’è salvatore. Io ho annunciato, salvato, predetto, e non un dio straniero in mezzo a voi…  Io sono il Signore, il vostro Santo, il creatore d’Israele, il vostro re… che aprì una strada nel mare e un sentiero fra le acque potenti”.

Eppure, Dio incoraggia il Suo popolo a “non ricordare più e non considerare più” le cose passate. 

Perché lo fa? Non sono più importanti? 

Assolutamente no!

Dio sta dicendo a Israele che deve “smettere” di pensare “alle cose antiche” con nostalgia e disfattismo e che Lui risolverà l’attuale crisi in maniera assolutamente nuova.

Le potenti liberazioni, i successi, i miracoli e le vittorie spirituali di cui leggiamo nella Bibbia non sono “il catalogo” per “ordinare” i miracoli di oggi, ma sono stati scritti perché la nostra fiducia in Dio sia assoluta e arresa, sempre e in qualunque circostanza.

Carissimi, la vita spesso ci porta in luoghi a noi sconosciuti e che possono incutere timori e preoccupazioni. 

Se e quando dovesse capitare, vogliamo imparare a fidarci del Signore, sapendo che Lui non ha bisogno di “riciclare” le soluzioni ma che nella Sua onniscienza, ne ha già pronta una a misura per noi e che noi riusciremo a vedere soltanto se avremo la mente e il cuore aperti!


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.