Qualunque cosa chiederete…
27 Agosto 2020
Gioia doppiamente completa
1 Settembre 2020

Il “distanziamento” che sarà sempre necessario

L’apostolo Paolo invita Timoteo, giovane pastore, ad allontanarsi, tra l’altro, da coloro che vivono una fede formale ed ipocrita. Quello della “separazione” non solo dal mondo, ma anche da chi nella chiesa non è coerente, è un concetto che troviamo spesso nelle Lettere Paoline. 

Ai Romani: Vi esorto, fratelli, a tener d’occhio quelli che provocano le divisioni e gli scandali in contrasto con l’insegnamento che avete ricevuto. Allontanatevi da loro (16:17);

Ai Tessalonicesi: Fratelli, vi ordiniamo… che vi ritiriate da ogni fratello che si comporta disordinatamente e non secondo l’insegnamento che avete ricevuto da noi. E se qualcuno non ubbidisce a ciò che diciamo in questa lettera, notatelo, e non abbiate relazione con lui (2Tess. 3:6, 14).

Alla luce di questi versetti comprendiamo che, pur evitando di arroccarsi su posizioni arroganti e giudicanti, il credente che vuole onorare Cristo deve prendere chiare e nette distanze da chi, pur chiamandosi “fratello”, vive apertamente in contrasto con i principi del Vangelo. 

Dio, infatti, non approva una chiesa superficiale che non tracci chiaramente le linee di demarcazione fra il bene e il male, il giusto e l’ingiusto, il legale e l’illegale, compromettendo la purezza della sua fede e l’efficacia della sua testimonianza.

Carissimi, se pratichiamo doverosamente il distanziamento sociale per evitare il contagio da un virus che può far ammalare e uccidere il nostro corpo, quanto più dobbiamo prendere le dovute distanze da chi mette a rischio la nostra salute spirituale!

Dio ci aiuti ad allontanarci, con fermezza ed amore, da coloro che non onorano Cristo, senza mai smettere di augurarci per loro il meglio, perché si ravvedano e ritornino a Lui. 

Facciamolo, per amore di Cristo, per il bene delle nostre famiglie, per l’avanzamento dell’Opera di Dio e per la salvezza di tante anime!

Questo tipo di distanziamento non cesserà mai di essere necessario, sarà sempre obbligatorio.


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.