Ingredienti per un miracolo, anzi no! Gli elementi di un miracolo! (A. A. Esposito)
28 Ottobre 2012
La Chiesa Delle Vacche Magre
5 Novembre 2012

Identificati con l’Opera

… li uccideremo, e faremo cessar l’opera (Neemia 4:11)

Recentemente un allenatore di calcio, parlando di un suo giocatore ha detto: “… per fermarlo bisognerebbe sparargli”. Ovviamente si tratta di un’esagerazione per esaltare lo stato di forma fisica dell’atleta, la sua determinazione.

Forse proprio così dovevano apparire Neemia e il popolo mentre ricostruivano instancabilmente le mura di Gerusalemme, liberandola dalle macerie, preparando i battenti delle porte. Se in un primo tempo erano apparsiGiudei spossati, ora la loro forza e risoluzione sembravano incontenibili. Questo spinse i nemici alla soluzione estrema (che peraltro, non si realizzò): ucciderli per fermare l’Opera!

La caratteristica del vero discepolo di Cristo è che egli s’identifica con l’Opera, è il nemico stesso che lo attesta. In effetti, l’Opera di Dio non è il risultato di semplice attività ma è il naturale sbocco della vita di Cristo infusa in noi mediante la Redenzione.

Non dice forse il Signore che Lui è la Vera Vite e noi siamo i tralci? Dunque, “qualunque cosa facciano in parole e in opere” i discepoli di Cristo lo fanno come risultato della “Sua” vita ricevuta mediante la Sua grazia. Paolo dice: non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me! … ho faticato più di tutti loro; non io però, ma la grazia di Dio che è con me.

Forse mai come oggi c’è bisogno d’impegno e consacrazione nel servizio al Signore. Macerie e distruzione sono ovunque (perfino laddove non te l’aspetti) e Dio sta cercando uomini che si “identifichino” con la Sua Opera, che l’abbiano a cuore e che perfino il nemico se ne accorga!

Quando i Giudei irritati Gli chiesero: «Che dobbiamo fare per compiere le opere di Dio?» Gesù rispose loro: «Questa è l’opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato».

Carissimi, ecco quello che serve oggi alle famiglie, alle comunità, alla società… la fede in Cristo Gesù che si manifesti attraverso il frutto di una vita rigenerata: amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo.

In quattro parole: Il carattere di Cristo!