Perchè guardi e taci?
4 Luglio 2016
Perchè devo tornarci?
19 Luglio 2016

Ho visto, ho visto…

Il Signore disse: Ho visto, ho visto l’afflizione del mio popolo che è in Egitto e ho udito il grido che gli strappano i suoi oppressori; perché conosco i suoi affanni; e sono sceso per liberarlo
[Esodo 3:7, 8]

 

L’incontro di Dio con Mosè arriva, dal punto di vista di quest’ultimo, con quarant’anni di ritardo.

Quand’era giovane, convinto che Dio voleva salvare il suo popolo per mezzo di lui, Egli non si era fatto vivo, restando distante, assente, inoperante.

Ora Dio si presentava a lui, un pecoraio per conto terzi, nel deserto remoto. Un po’ tardino.

Non sappiamo che cosa Mosè pensasse, ma il fatto che Dio disse, ripetendo: “Ho visto, ho visto…”, farebbe pensare che si stesse domandando, da tanto tempo: “Signore, ma non vedi”?

Se di Mosè non sappiamo, per molti di noi è assodato: Spesso ci sembra che Dio non faccia attenzione a ciò che ci accade.

La Parola di stamattina, carissimo, annuncia una semplice, diretta e innegabile verità: “Dio ha visto!”

Egli ha visto la tua situazione, le tue lacrime non Gli sono nascoste; Egli non è indifferente alla tua causa, conosce i tuoi affanni ed è sceso al tuo fianco, per liberarti.

Gesù Cristo, è l’Incarnazione di questa verità: Egli è Dio, è vicino a chiunque L’invoca con fede.

Qualunque sia la natura della tua angoscia, spirituale, morale, psicologica, materiale o fisica, Egli ha visto ed è schierato al tuo fianco.

Dagli la possibilità di rimediare al tuo problema più grande: il peccato che ti allontana da Lui.

E poi vivi sereno, sapendo che dovunque andrai, Egli avrà gli occhi su di te e non ti abbandonerà, mai.


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.