Perchè tutto a me?
25 Maggio 2015
Prima di parlare
8 Giugno 2015

È Troppo Per Me!

Io sono troppo piccolo per essere degno di tutta la benevolenza che hai usata e di tutta la fedeltà che hai dimostrata al tuo servo
(Genesi 32:10)

 

 

“È troppo per me!”. Lo dice, generalmente, con una certa dose di autocommiserazione, chi si sente vittima delle circostanze, degli altri, del destino, perfino di Dio.

Giacobbe, invece, celebra il Signore perché si sente profondamente indegno, letteralmente insignificante, rispetto alla grazia di cui è stato fatto oggetto.

Non è questo uno dei segni della vera esperienza di fede e di salvezza?

Le parole del patriarca trovano eco in quelle di Davide: “Chi sono io, o Signore, Dio che tu m’abbia fatto arrivare fino a questo punto?” e di Paolo: “A me, dico, che sono il minimo fra tutti i santi, è stata data questa grazia…”.

E davanti a queste parole, e per mezzo di esse, che le nostre relazioni con Dio, la famiglia, la comunità e con il servizio devono essere misurate.

Quante tensioni e contese, recriminazioni e lamentele, frustrazioni e delusioni ci potremmo evitare se imparassimo a considerare l’immensità della grazia di Dio.

Invece di pretendere o di lamentarci perché, secondo noi, siamo stati ingiustamente privati o derubati di qualcosa… perché non ci soffermiamo su quello che abbiamo ricevuto?

Carissimi, perché non proclamiamo un periodo di ringraziamento a Dio, che ci ha concesso nel Suo amato Figlio, la redenzione mediante il Suo sangue, il perdono dei peccati secondo le ricchezze della Sua grazia, che Egli ha riversato abbondantemente su di noi? (cfr. Efesini 1:7, 8).

Come la Gerusalemme del tempo di Neemia siano le nostre case e le nostre comunità piene di gioia, perché, nel nostro mondo e nel nostro tempo, la gioiosa speranza dei redenti (umanamente inspiegabile e irragionevole) diventerà potente occasione di testimonianza, per la salvezza di quelli che credono in Lui.

 


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @Buonasettimana

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.