Un "pieno" di gioia
20 Giugno 2020
Una sfida impegnativa
22 Giugno 2020

È ancora un privilegio?

Beata la tua gente, beati questi tuoi servitori che stanno sempre davanti a te, e ascoltano la tua saggezza!

(1Re 10:8)

La regina di Seba rivolse queste parole a Salomone in presenza della gente che era al suo servizio. Era certamente un elogio formale, ma leggendo il brano è chiaro che era stata sopraffatta nel vedere la gloria del suo regno, apprezzando il privilegio che godevano quelli che gli appartenevano, che lo servivano, che stavano sempre con lui, godendo della sua saggezza.

Questo accadeva nel regno di Salomone.

Noi, che siamo stati introdotti nel regno di Colui che è più di Salomone, siamo consapevoli del privilegio che abbiamo di appartenerGli (a che caro prezzo!), di servirLo, di godere sempre la Sua compagnia e la Sua Parola?

Pur rischiando di sembrare pessimisti, bisogna riconoscere che per alcuni credenti (Molti? Tanti? certamente troppi) la vita e il servizio cristiani sono diventati una specie di medicina amara da prendere per scansare mali peggiori, un fastidio necessario per evitare il peggio, una tassa seccante che si elude finché si può… 

Sembra sentire l’eco del profeta Malachia squarciare la facciata del formalismo di un popolo che adorava e serviva Dio con il minimo sforzo: “Voi dite anche: “Ah, che fatica!” e mi trattate con disprezzo”. Pur non avendo mai pronunciato quelle parole, con le loro azioni avevano dimostrato di non apprezzare il privilegio di stare servendo il Dio vivente, offrendoGli gli scarti e gli avanzi della loro vita e attirandosi, biasimo, giudizio e maledizione.

Carissimi, mentre inizia questa settimana, possiamo esaminarci onestamente e interrogarci se la nostra vita cristiana è vissuta con la consapevolezza del privilegio che abbiamo?

È per noi un onore appartenere a Cristo e alla Sua chiesa? È ancora un privilegio mantenersi santi per Lui, servire Lui e la Sua chiesa, amare, perdonare, dare, evangelizzare?  

Signore, facci apprezzare il privilegio della Tua grazia!


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.