SE DIO LO PERMETTE
9 Agosto 2016
La tentazione del giorno dopo
22 Agosto 2016

DOVE TROVI IL CORAGGIO?

Dopo aver prima sofferto e subìto oltraggi… trovammo il coraggio nel nostro Dio, per annunziarvi il vangelo di Dio in mezzo a molte lotte

[Prima Epistola ai Tessalonicesi 2:1]

L’Apostolo ricorda gli inizi dell’evangelizzazione a Tessalonica, dopo la persecuzione a Filippi, raccontando come lui e i suoi collaboratori affrontarono la nuova missione (e le nuove difficoltà) trovando il coraggio nel loro Dio.

In effetti, bisogna riconoscere che è difficile riprendere (o continuare) un servizio dopo una battuta d’arresto.

Quando certe battaglie ci vedono per un momento in difficoltà, tendiamo a reagire sulla base di un riflesso condizionato che, per paura di affrontare lo stesso ostacolo, ci paralizza, spingendoci a starcene quieti, evitando le complicazioni.

Il nostro testo ci insegna che, quando il Signore ci chiama a servirLo, nessuna difficoltà, prova o persecuzione deve avere il potere di paralizzarci.

La paura è una reazione naturale, ma se la nostra fede è fondata su Dio e sulla Sua Parola, non possiamo permetterle di fermarci.

Carissimo, questo messaggio ti giunge mentre stai cercando di gestire una sconfitta o una contrarietà? Sei tentato di prenderti una pausa di riflessione nel tuo impegno per il Signore?

Non permettere a nulla e a nessuno di fermare il tuo servizio, di limitare la tua vita.

Trova il tuo coraggio nel Signore e serviLo con fiducia. Perché quelli che confidano in Lui non saranno delusi, nemmeno in mezzo alle lotte più difficili.


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.