La Luce della Grazia
20 Marzo 2012
Il Cristiano, giorno per giorno (al mattino)
30 Marzo 2012

Considera “l’altra” possibilità

Era appunto questo che ti dicevamo in Egitto: “Lasciaci stare, ché serviamo gli Egiziani!” Poiché era meglio per noi servire gli Egiziani che morire nel deserto
(Esodo 14:12)

 

In molte situazioni, la nostra carnalità (ci piace chiamarla “umanità”, ma se anche suona diversa, è la stessa cosa) e l’incredulità (spesso la chiamiamo “buonsenso”, ma non è così) ci fanno credere di non avere scelta: smettere di credere nelle promesse del Signore (rinunciare alla liberazione, servire gli Egiziani) o pagare un prezzo troppo alto (morire nel deserto).

E accade così che, in tanti aspetti della vita, ci autoconvinciamo di avere soltanto due possibilità: mentire o perdere il lavoro; imbrogliare o rinunciare a un guadagno; rifiutarsi di perdonare o “prendersi sempre il torto”; legarsi con chi non ama Dio o restare da soli per sempre; litigare per ottenere qualcosa o “rimetterci sempre”… e Satana fa la sua parte, cercando di convincerti che, tutto sommato, è giusto così.

E quando la natura carnale vince, capita che persone sincere imparino a mentire e cristiani onesti accettino d’imbrogliare. Che anime dolcissime si lascino andare al più amaro risentimento e individui pacifici bisticcino aspramente, anche per un’inezia. Succede perfino che preziosi figli di Dio rinneghino la fede per un’amicizia, un fidanzamento, un matrimonio. Rinunziando a Cristo, smettendo di servirLo.

Com’è possibile che avvengano queste cose?

Accade quando abbassiamo la guardia, quando ci allontaniamo da Cristo e dalla Sua Parola, quando le Sue promesse smettono di scaldarci il cuore. Capita quando ci dimentichiamo della sovranità di Dio, del Suo amore paterno verso i Suoi redenti, della Sua fedeltà al Patto.

Se, cedendo all’incredulità, ti sottrai alla Sua divina cura, potresti – infine – non avere nemmeno una scelta, altro che soltanto due! In effetti, quella generazione d’israeliti, dopo ripetuti lamenti e continue ribellioni, alla fine, perì, veramente, nel deserto.

Così non sia per te, redento dal Signore. Mentre il nemico ti attacca, la realtà diventa sempre più difficile e le paure ti paralizzano, considera “l’altra” possibilità: Dio ha un piano per te! Forse è qualcosa che tu non puoi nemmeno immaginare, che non ha mai fatto prima… ma che Egli ha pensato e preparato per te!

Per Israele, l’Eterno aprì il Mare… per te potrebbe spianare una strada laddove, al momento, non v’è alcuna possibilità! Devi soltanto avere fiducia in Lui!

E quando ti senti con le spalle al muro, ricorda: C’è sempre un’altra scelta, quella della fede… perché fedele è colui che ha fatto le promesse!