Abbi pietà o Signore!
7 Gennaio 2021
Non temere, Dio ti difende!
12 Gennaio 2021

Condannati all’estinzione

Business success concept on wooden background high angle view. hands protecting wooden figures of people.

Non ci fu nessuno che la liberasse, perché i suoi abitanti non avevano relazioni con altra gente (Giudici 18:7, 28)

Il nostro versetto descrive la fine di Lais, una città del nord della Terra Promessa abitata da un popolo che viveva tranquillo e fiducioso. Nella regione non c’era nessuno che potesse fare loro il minimo torto, avevano sviluppato un senso di sicurezza e autosufficienza e non sentivano alcun bisogno di relazioni e alleanze. Oltretutto avevano accesso a copiose risorse idriche e godevano di difese naturali che li facevano sentire sicuri nella loro indipendenza. 

Questo quadro idilliaco fu sconvolto dalla colonizzazione da parte dei figli di Dan che, incoraggiati dalla loro condizione che li rendeva facilmente conquistabili, li invasero e sterminarono.

Da Lais non poté partire nessun messaggero verso degli alleati perché le venissero in soccorso (perché non ne avevano) e furono condannati alla totale estinzione.

La triste fine di Lais è un monito per chi pensa di poter vivere senza avere bisogno di nessuno.

Nella Bibbia non esiste la nozione di una vita cristiana indipendente e mai vengono incoraggiati l’isolamento, la separazione e l’individualismo.

Anzi, la chiesa è descritta come una famiglia, un edificio, un corpo.

Uno dei pericoli della nostra epoca è la tendenza verso uno strano “autonomismo” che spesso si nutre di autoreferenzialità, egocentrismo e vanagloria che, a dire il vero, si era già manifestato a Laodicea secoli fa: “Non abbiamo bisogno di nulla”.

È molto triste chiamarsi cristiani e privarsi della dimensione comunitaria della fede cristiana. Sebbene non sempre discenda da cattivi sentimenti (più spesso da valutazioni errate o da esperienze negative) l’isolamento spirituale può mettere seriamente a rischio sia l’efficacia sia la stessa sopravvivenza della nostra testimonianza.

Non v’è dubbio che in Cristo abbiamo tutto pienamente, ma non dovremmo temere di “avere bisogno” anche della comunione, dell’affetto e della collaborazione fraterna.

Molti cercano la benedizione a destra e a sinistra, ma la Bibbia ci dice chiaramente dove trovarla e come realizzarla: Quant’è buono e quant’è piacevole che i fratelli vivano insieme! … là infatti il Signore ha ordinato che sia la benedizione, la vita in eterno.


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.