Il Cristiano giorno per giorno (Nel giorno del riposo)
7 Ottobre 2012
Costringi il nemico a prenderti sul serio
15 Ottobre 2012

Combattimenti Di Fuori, Timori Di Dentro

… siamo stati tribolati in ogni maniera; combattimenti di fuori, timori di dentro (2Corinzi 7:5)

 
La condizione di Paolo somiglia molto a ciò che secoli prima aveva vissuto un altro “edificatore”, Neemia:Quando Samballat, Tobia, gli Arabi, gli Ammoniti e gli Asdodei udirono che la riparazione delle mura di Gerusalemme progrediva, e che le brecce cominciavano a chiudersi, si indignarono moltissimo, e tutti quanti assieme si accordarono di venire ad attaccare Gerusalemme e a crearvi del disordine… Quelli di Giuda dicevano: «Le forze vengono meno ai portatori di pesi, e le macerie sono molte; noi non riusciremo a costruire le mura!» (Neemia 4:7-11).

Proprio così!

Combattimenti di fuori Samballat e i Samaritani da Nord; Tobia e gli Ammoniti da Est; gli Arabi da Sud e gli Asdodei da Ovest… circondavano Gerusalemme!

E timori di dentro… Quelli di Giuda dicevano: «Le forze vengono meno, le macerie sono molte; non riusciremo a costruire le mura!».

Caro fratello, chiunque voglia edificare il Regno di Dio, che si chiami Neemia o Paolo, Geremia o Timoteo, Lutero o Giacomo Lombardi e, senza esagerare, come me o te, si troverà certe volte circondato da ogni lato, mentre il cuore sembrerà struggersi.

Come reagire in quei frangenti? Semplicemente rimanendo saldi in Cristo!

Neemia pregò il Signore e non solo non fermò “il cantiere”, ma armò la sua gente incoraggiandola a confidare in Lui. E così, grazie alle strategie nemiche, oltre che un popolo di “edificatori”, vi fu anche un coraggioso gruppo di “combattenti”: Con una mano lavoravano, e con l’altra tenevano la loro arma. E ognuno dei costruttori, durante il lavoro, portava la spada cinta ai fianchi (Neemia 4:17, 18)!

Carissimo, quel senso di accerchiamento che ti opprime, non è immaginario, è reale! Il cielo sembra crollarti addosso, la terra mancarti sotto i piedi? Ti senti senza scampo e l’anima tua si abbatte e commuove in te? Ebbene, questo è il momento di pregare il tuo Dio e di indossare la Sua armatura per resistere alle insidie diaboliche, senza smettere di edificare!

Non lasciarti sopraffare dalla paura, le tue mani non s’infiacchiscano e ricorda: … l’Agnello vincerà, perché Egli è il Signore dei signori e il Re dei re; e vinceranno anche quelli che sono con Lui, i chiamati, gli eletti e i fedeli!