Oltre la luna e le stelle
13 Gennaio 2021
Dio si ricorda, non dimentica!
19 Gennaio 2021

Chi semina soccorso… raccoglie soccorso

Ora ho ricevuto quello che mi avete mandato… (Leggere Filippesi 4:10-19)

Quella ai Filippesi è una lettera di ringraziamento per una sovvenzione che essi avevano inviato a Paolo, prigioniero a Roma, rinnovando l’abitudine di sostenere il suo ministerio. L’apostolo, infatti, ricorda con apprezzamento il periodo in cui nessuna chiesa oltre loro l’aveva sostenuto. 

Questo legame aveva avuto origine una notte di molti anni prima, quando l’apostolo si trovava a Troas cercando di capire in quale direzione proseguire il suo viaggio missionario. Quella notte, Paolo ebbe una visione in cui un uomo macedone lo supplicava:Passa in Macedonia e soccorrici”.

I missionari partirono subito alla volta di Filippi, certi che il Signore li voleva là a predicare il Vangelo. Il viaggio ebbe successo, sebbene non senza difficoltà per l’apostolo, che fu umiliato, percosso e incarcerato.

L’offerta dei Filippesi e la meravigliosa lettera che la seguì erano il risultato di una “semina” che l’apostolo aveva fatto, con lacrime, lividi e sangue, in ubbidienza alla chiamata divina. Colui che era andato in Macedonia per recare soccorso, dalla Macedonia ricevette soccorso, in più occasioni e con generosità, e lo Spirito Santo ha voluto immortalarne il ricordo per l’eternità.

Carissimi, non possiamo nasconderci che a causa di molti, veri e seri motivi, oggi corriamo il rischio di essere spinti a rinchiuderci in noi stessi, di diventare egoisti ed egocentrici, di pensare soltanto a noi stessi e di chiudere il cuore alle necessità altrui, sia spirituali che materiali. 

Incoraggiati dall’esempio di Paolo e dei Filippesi, possa il Signore fare di noi dei credenti fiduciosi, affettuosi e generosi, pronti a continuare a “seminare” anche in tempi difficili come l’attuale, per amore di Cristo, dei fratelli e dei perduti.

Senza perderci d’animo e ricordando la promessa divina: Quelli che seminano con lacrime, mieteranno con canti di gioia!


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.