Siamo ancora amici?
28 Febbraio 2016
Come rispondi alle offese?
14 Marzo 2016

Amore intelligente

E prego che il vostro amore abbondi sempre più in conoscenza e in ogni discernimento, perché possiate apprezzare le cose migliori…
[Filippesi 1:9-11]

 

Molti riducono il cristianesimo a una sorta di scanzonata religione dell’amore, scriteriata e superficiale, che giustifica e accetta qualunque comportamento.

La fede in Cristo Gesù si fonda certamente sull’amore di Dio che provvede, nel Suo Figlio, la redenzione e il perdono di qualsiasi peccato. Dio è amore, dice la Scrittura [1Giovanni 4:8].

Non v’è dubbio che il cristianesimo non possa e non debba essere ridotto a regole e forme religiose che non comunicano né pace, né gioia, né vita.

È anche vero, però, che la fede in Cristo, che nasce dall’amore e cresce nell’amore, si manifesta in gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo.

Ed è qui che si rileva l’importanza del desiderio dell’Apostolo: “Che il vostro amore aumenti sempre più … in modo che possiate sempre distinguere chiaramente la differenza fra il bene e il male… Che possiate sempre fare quelle azioni giuste e buone che dimostrano che siete figli di Dio…” [Filippesi 1:9-11, PEV].

L’amore cristiano, dunque, non è sentimentale, astratto e infantile ma maturo, saggio, pratico. È un amore che ci mette in condizione di crescere, servire Dio, testimoniare della Sua Grazia, preparandoci per il cielo.

Di questo amore c’è tanto bisogno, un amore che si manifesti concretamente, in santità, generosità, altruismo e missione. La missione della chiesa fedele: Mostrare amore verso “tutte le genti”, annunciando Cristo e la Sua salvezza “a ogni creatura”.

 


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.