Opportunità o tentazione?
6 Agosto 2012
Dio non è come te!
20 Agosto 2012

All`ombra della croce

… il mio peccato è sempre davanti a
me.
Distogli lo sguardo dai miei peccati …
(Salmo 51:3, 9)

Dopo aver commesso adulterio,
tramato inganni e ucciso un
innocente, Davide
è tormentato. Egli dice: “Non riesco a
togliermi dagli occhi il mio peccato,
l’ho sempre davanti a me”. È come
un “ecomostro” che rovina il perfetto
sfondo del Salmo ventitré, ne oscura
l’orizzonte.
È una condizione spaventosa: non
vede altro che il suo peccato, ne
rivive
l’angoscia, è afflitto dalla colpa. E
mentre si volge altrove cercando
sollievo, scorge lo sguardo del Dio
santo che osserva le sue azioni dalla
Sua divina prospettiva, ne rimane
paralizzato, e supplica: “Signore ti
prego
distogli lo sguardo dal mio peccato”.
In effetti, il peccato si è frapposto fra
Davide e il suo Pastore. Non c’è
modo, per loro, di guardarsi, senza
che il ricordo della colpa ritorni a
ferire.
La sofferenza è esacerbata dal
sapere che per quelle colpe non v’è
sacrificio, non basta il sangue di una
vittima per coprirle agli occhi di
Dio.
Nella disperazione egli “intuisce”, per
grazia, che Dio può lavare ogni
iniquità, cancellare ogni colpa. Così,
per fede, “osa” chiedere il perdono,
un cuore nuovo, uno spirito ben
saldo. E l’ottiene diventando un
perenne
testimone della misericordia di Dio
verso il peccatore [veramente]
penitente
Carissimo, sei oppresso dai sensi di
colpa e non riesci a vedere altro che
peccato, fallimento, rimorso? Ti
uccide la sensazione di non poter
“guardare
in faccia il Padre”? Hai paura di
leggere la disapprovazione sul Suo
santo
volto?
Sappi che tu hai qualcosa che Davide
non aveva: la croce di Cristo. Mentre
il peccato è davanti ai tuoi occhi,
guarda direttamente al Calvario e
considera quel meraviglioso
sacrificio. Incontrerai lo sguardo del
Padre che
in virtù di quel sacrificio, ti è propizio,
perché è per mezzo della croce
del Suo Figlio che Egli ti guarda,
perdona e accoglie!
Sì, amato da Cristo, il tuo orizzonte
devastato dal peccato, dall’inganno,
dal tradimento è stato risanato dalla
croce di Cristo.
Quale spettacolo stupendo,
meraviglioso: all’ombra della croce, i
paschi
verdeggianti e le acque chete, la valle
della morte e il campo di battaglia,
non avranno alcuna differenza…
perché il Signore è il tuo pastore, Egli
sarà sempre con te!