Che nessuno resti da solo
19 Dicembre 2016
Il trono inaccessibile
9 Gennaio 2017

A chi dar retta?

I vostri profeti, che sono in mezzo a voi, e i vostri indovini non v’ingannino, e non date retta ai sogni che fate…”
[Leggere Geremia 29:8-14]

 

Geremia scrive ai Giudei deportati in Babilonia, che erano esiliati a causa dell’idolatria, vivendo nell’attesa della redenzione, del ritorno in patria, al benessere e alla pace.

In questo quadro c’erano dei messaggi positivi e ottimistici le cui fonti Geremia individua chiaramente: i profeti, gli indovini, i sogni.

Si trattava di spacciatori di “ottimismo a prezzi stracciati”, di profeti autoproclamati o prezzolati che alimentavano i sogni di rivalsa, profittandosi del disagio del popolo, promettendo l’affrancamento entro due anni (Ger. 28:3, 11).

Geremia, invece, invita il popolo a tenere saldi i piedi per terra, riconoscendo le cause della loro condizione, non dando retta alle false promesse, né ai sogni che esse suscitavano, ma a sperare nella Parola di Dio: “Quando settant’anni saranno compiuti per Babilonia, io vi visiterò e manderò a effetto per voi la mia buona parola facendovi tornare in questo luogo”.

Certo, la differenza tra due e settanta è notevole, come quella che passa fra gli inganni del mondo e la Parola di Dio, tra la morte e la vita.

Considerando che siamo all’inizio di un nuovo anno e che molti cercano presagi ottimistici (la cui priorità è troppo spesso materiale e terrena) finendo per alimentare sogni irrealistici, precursori di sicure e dolorose delusioni, questa Parola merita attenzione.

Carissimi amici e fratelli, non rincorriamo i venditori di speranza “a buon prezzo” e non usiamo la Bibbia come un oroscopo o un portafortuna, ma permettiamo allo Spirito Santo di parlarci, ricordando – soprattutto – che Dio sa quello che fa: “Io, infatti, conosco i progetti che ho fatto a vostro riguardo… per concedervi un futuro pieno di speranza” (Ger. 29:11).

Ci crediamo?


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.