logoRdG
Campagna di Adesione

Quando Sembri Più Indifeso

Mentre Samuele offriva l’olocausto, i Filistei si avvicinarono per assalire Israele; ma il Signore in quel giorno fece rimbombare dei tuoni con gran fragore contro i Filistei e li mise in rotta, tanto che essi furono sconfitti davanti a Israele
(1 Samuele 7:10)

 

Questo capitolo descrive un popolo oppresso a causa del peccato, che finalmente convertito, è radunato intorno all’altare, mentre viene offerto un olocausto al Signore.

Era un momento particolare: quando i Filistei seppero che si erano radunati, salirono contro Israele. Gli Israeliti lo seppero ed ebbero, comprensibilmente, paura. Memori della disfatta di vent’anni prima, dopo aver digiunato un giorno intero, gli Israeliti non erano certo nelle condizioni ideali per combattere. Eppure, quando il nemico li riteneva più vulnerabili, Dio stava preparando la Sua rivincita.

Che cosa significa per noi questa storia?

Tra i tanti incoraggiamenti che potremmo trarne, oggi vogliamo sottolinearne uno: Se vogliamo vedere Dio all’opera nella nostra vita, dobbiamo comprendere che la devozione, l’adorazione e la comunione sono l’unica “strategia vincente”.

Israele vinse a Eben-Ezer non mentre era incitato da un fiero generale, ma mentre era esortata da un profeta amorevole, ma severo. Si preparò, non affilando spade e tendendo archi, ma versando lacrime di sincero pentimento.

E mentre volgeva le spalle al nemico, apparentemente indifeso, Dio stesso intervenne dal cielo, mettendo in rotta l’avversario.

Carissimi, possa lo Spirito Santo convincerci che nelle sfide della vita, la vittoria è sempre preceduta dalla vera devozione e dipende interamente da essa.

Dio ci liberi da uno spirito materialista e profano che considera sprecato il tempo speso in comunione e riflessione, illudendoci che le strategie – il saper dire, fare e organizzare – possano sostituire la vera devozione e la vera consacrazione.

Oggi, qualunque battaglia devi combattere, non temere di voltare le spalle al nemico, mentre dirigi il tuo sguardo verso l’Agnello che fu immolato per te.

Contemplando la croce e adorando il Signore, si vincono più battaglie che con qualunque altra strategia umana. Così ogni giorno avremo la nostra Eben-Ezer e la gloria, per tutto, andrà solo al Signore.


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.

Comments are closed.