logoRdG
Campagna di Adesione

La Contabilità di Dio

Tu conti i passi della mia vita errante; raccogli le mie lacrime nell’otre tuo; non le registri forse nel tuo libro?
(Salmo 56:8)

 

Davide aveva ricevuto da Dio delle bellissime promesse e delle vittorie memorabili. Ciononostante visse anni in difficoltà, vagabondando e fuggendo davanti al re che aveva servito fedelmente e che aveva onorato in ogni modo.

Mentre le promesse sembravano svanire e i nemici aumentare (e nonostante comprensibili momenti di sconforto e amarezza), Davide confidò nel Signore, che alla fine lo rese vittorioso.

Il nostro versetto rivela una delle certezze che lo sorressero nelle sue vicende: la consapevolezza che Dio conosceva perfettamente i dettagli delle sue disavventure! Questo alimentò in lui la serena fiducia nel fatto che Egli era sempre al controllo delle sue circostanze.

Non è forse un incoraggiamento per noi che, abituati a cercare soltanto liberazioni e vittorie, a volte rischiamo di perderci d’animo dimenticando quanto siano importanti, nell’economia di Dio, i momenti di difficoltà per la nostra crescita e per la riuscita del Suo piano per noi?

Il nostro Dio è certamente l’Iddio delle liberazioni, ma è anche il Pastore che ci guida nelle avversità, che ci preserva nei momenti difficili e ci consola ogni volta che ne abbiamo bisogno.

La scuola della sofferenza rese Davide un re migliore, un credente più saldo e uno strumento efficace per la gloria di Dio.

Carissimo, se questo messaggio ti giunge mentre percorri sentieri difficili e piangi lacrime segrete che nessuno immagina, il Signore ti viene a consolare ricordandoti che Egli tiene la “contabilità” delle tue avversità e che nulla di ciò che ti accade Gli sfugge.

Conserva in te la ferma fiducia che, avendo preso nota di tutto ciò che ti riguarda, Lui è in grado di provvederti ora conforto e consolazione e, a Suo tempo, vittoria e liberazione.

Secondo il Suo piano, per il tuo bene, per la Sua gloria.

 


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.

Comments are closed.