logoRdG
Campagna di Adesione

Per Tutta La Vita

Affinché per tutta la vita ti ricordi del giorno che uscisti dal paese d’Egitto

(Deuteronomio 16:3)

 

Mosè stava ripetendo al popolo gli insegnamenti riguardo alla Pasqua, perché non dimenticassero ciò che Dio aveva fatto per loro, liberandoli dall’Egitto.

Nella Bibbia la mancanza di memoria è riconosciuta come causa di incredulità e infedeltà. Il popolo, che dimenticò la potente liberazione del Mar Rosso prostrandosi davanti al vitello d’oro e i discepoli, che si preoccupavano del non aver pane dopo aver visto le moltiplicazioni dei pani, insegnano quanto sia importante ricordare le liberazioni del Signore per non dimenticare la Sua provvidenza.

In particolare Mosè incoraggiava il popolo a ricordare per tutta la vita il giorno della Redenzione, quando il sangue dell’agnello spruzzato sugli usci delle loro case, aveva allontanato da loro il giudizio.

Perché è importante ricordare ciò che Cristo ha fatto per noi?

Ricordare per apprezzare. Una prima ragione per ricordare è per non smettere mai di apprezzare ciò che abbiamo ricevuto mediante il sacrificio di Gesù: salvezza, perdono, vita eterna, comunione con Dio, liberazione, guarigione…

Ricordare per ringraziare. Se ricordiamo e apprezziamo, benediciamo Dio e Lo celebriamo perché la Sua benignità dura in eterno.

Ricordare per tramandare. Se ricordiamo, insegniamo alle nuove generazioni ciò che Dio ha fatto per noi, donando loro un’eredità inestimabile, per un futuro sereno e benedetto.

Ricordare per proclamare. Se ricordiamo, proclamiamo al mondo intero la misericordia e la grazia, la grandezza e la potenza del nostro Redentore, così che altri siano attratti a Lui e da Lui redenti.

Ricordare, per non dimenticare. Sembra ovvio (ma non lo è) che se ricordiamo non dimentichiamo e così possiamo mantenere le benedizioni della grazia di Dio, con una vita consacrata e in comunione con Lui.

Perciò come Davide, incoraggiamo noi stessi a fare la cosa giusta ogni giorno: “Benedici, anima mia, il Signore e non dimenticare nessuno dei suoi benefici”.

 

Letture utili:  Deuteronomio 8:2-4; 10-14;

 


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.

Comments are closed.