logoRdG
Campagna di Adesione

Il “Peccato Originale”

Nel prendere le loro lampade, non avevano preso con sé dell’olio
(Matteo 25:3)

 

Quando si parla delle dieci vergini si considera sempre la fine delle stolte che non ebbero abbastanza olio per tenere le lampade accese fino all’arrivo dello Sposo.

La loro triste storia è spesso considerata come un incidente di percorso o un perdersi lungo la strada di chi aveva intrapreso una bellissima avventura.

La realtà, scritta da secoli nella parabola, è molto diversa: nell’azione delle ragazze sprovvedute c’è un peccato originale, una superficialità iniziale che aveva minato, fin dal principio, la loro esperienza.

Non fu l’avanzare della notte, né la sonnolenza e nemmeno il ritardo dello Sposo a causare la loro rovina. Esse, nel prendere le lampade, non avevano preso dell’olio, non avevano considerato a fondo ciò che stavano facendo, che cosa stavano iniziando, in che cosa si stavano impegnando.

La loro “esperienza” era stata forse sincera, apparentemente reale, ma estremamente superficiale. Il prezzo che pagarono fu altissimo, monito perenne per chiunque si preoccupa soltanto dell’apparenza, trascurando la sostanza.

Carissimi, che cosa possiamo imparare da questa verità?

Dobbiamo anzitutto evitare, anche se alimentati da buone intenzioni, di incoraggiare “decisioni per Cristo”, sull’onda di emozioni effimere e di facili entusiasmi, ignorando – e spesso nascondendo – le implicazioni di tali scelte di fede, senza invitare le persone, come invece fece sempre Gesù, a fare bene i conti.

Soprattutto, possa ciascuno di noi verificare, con la massima attenzione e serietà, la profondità della propria esperienza di fede in Cristo e, “in mancanza di olio nei vasi”, rimediare finché ne abbiamo il tempo, prima che sia troppo tardi!

 

Letture utili: Luca 14:25-33


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.

Comments are closed.