logoRdG
Campagna di Adesione

L’Esatto Opposto

Dalle loro spade fabbricheranno vòmeri, dalle loro lance, ròncole…
(Michea 4:3)

 

Il nostro versetto rivela che negli ultimi tempi degli strumenti atti a ferire (spade e lance) pensati per provocare dolore e morte diventeranno attrezzi (vòmeri e ròncole) in grado di promuovere crescita, vita e speranza.

Come molte altre profezie sugli ultimi tempi, anche questa mostra ciò che la grazia di Dio è in grado di fare in ogni tempo quando trova spazio nelle vite, nelle famiglie e nella società.

Bisogna riconoscere, però, che quando ti trovi a convivere con una persona la cui lingua ferisce, che ti fa soffrire, che ti fa del male, togliendoti gioia, pace e perfino la voglia di vivere, il massimo che riesci a sperare è che Dio l’allontani da te, ponendo fine al tormento.

In un momento di sconforto potresti perfino arrivare a desiderare che Egli la tolga di mezzo, provando poi dei sensi di colpa laceranti.

Alla luce di questa realtà, la Parola di oggi diventa una sfida per la nostra fede.

Chi di noi è ancora disposto a credere che Dio è in grado di trasformare una persona nel suo esatto opposto?

Che un uomo violento possa diventare un padre amabile e un marito affettuoso?

E che una famiglia divisa e litigiosa possa vivere di nuovo in un’atmosfera serena, di gioia e di speranza?

O che un figlio tossico e ladro possa diventare quello che si prende cura di te?

Dobbiamo ammettere che talvolta abbassiamo così tanto le nostre aspettative da accettare dei falsi cambiamenti e delle finte conversioni per paura di osare o di essere delusi… mostrando, in fin dei conti, di non avere più tanta fiducia nella potenza del Vangelo.

Carissimi, vogliamo provare questa settimana a pregare per vedere dei cambiamenti veri, profondi, miracolosi e definitivi in noi, nei nostri cari e nelle persone che Lui ci farà incontrare?

Crediamo nella Parola di Cristo, confidiamo nella Sua potenza e onoriamoLo come Signore della nostra vita perché dove regna Lui si realizza il vero cambiamento!

Ci crediamo ancora?


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.

Comments are closed.