logoRdG
Campagna di Adesione

Per Tutti, Ma Non Per Sempre

O voi tutti che siete assetati, venite alle acque… Cercate il Signore, mentre lo si può trovare; invocatelo, mentre è vicino: Lasci l’empio la sua via e l’uomo iniquo i suoi pensieri; si converta egli al Signore che avrà pietà di lui
(Isaia 55:1, 6, 7)

 

Il Vangelo insegna che il dono di Dio è immenso, la Sua grazia smisurata e che nessuno deve sentirsene escluso.

Gesù è il Salvatore di “chiunque crede in Lui e invoca il Suo Nome”. Egli, infatti, chiama tutti ad andare a Lui: “stanchi, carichi, affamati, assetati…”.

Non dovremmo mai dimenticare questa verità.

Nessun pregiudizio dovrebbe impedirci di sperare per la salvezza di un’anima, neanche davanti al peggiore e ripugnante dei peccati.

Nessuno, mai, dovrebbe pensare di essere escluso dalla grazia perché troppo peccatore o colpevole per essere oggetto della Sua misericordia.

Chiunque tu sia, oggi sei oggetto del Suo amore, sei invitato ad andare a Lui, a ravvederti del tuo peccato, certo che Egli ti accoglierà.

Il nostro testo, però, aggiunge un concetto importante e spesso sottovalutato: l’urgenza.

Dicendo due volte “mentre”, lo Spirito Santo sta stabilendo un limite temporale, rivelandoci che è possibile cercare il Signore e invocarLo “finché, fintantoché, fino a quando…” sarà possibile.

È evidente che ci sarà un momento (nella vita di un individuo, nella storia dell’umanità) quando, pur volendo, non sarà più possibile trovare il Signore, né invocare il Suo nome.

Carissimi, alla luce di questa realtà qualcuno di noi se la sente di rimandare ciò che può fare oggi?

Visto che il Signore è pronto ad accogliere chiunque, che cosa aspettiamo a rivolgerci a Lui senza perdere tempo?

Non sprechiamo questa opportunità, lasciamo che Egli ci sazi dei beni della Sua grazia, oggi stesso e per l’eternità.


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.

Comments are closed.