logoRdG
Campagna di Adesione

Nulla Per Me!

Abramo rispose al re di Sodoma: “Ho alzato la mia mano al Signore, il Dio altissimo, giurando che non avrei preso neppure un filo, né un laccio di sandalo, di tutto ciò che ti appartiene; perché tu non abbia a dire: “Io ho arricchito Abramo”. Nulla per me! 
(Genesi 14:22-24)

 

Abramo aveva appena donato la decima al Signore quando il re di Sodoma gli offrì di tenersi, come ricompensa, le ingenti ricchezze del bottino di guerra.

Il rifiuto del patriarca non dovrebbe sorprenderci, se conosciamo Dio e la Sua grazia, ma molti si meravigliano della sua scelta.

Perché Abramo non volle le ricchezze di Sodoma?

Qualcuno oggi direbbe: “Abramo, prendile! È Dio che ti ripaga della decima appena versata”.

Qualcun altro, invece, potrebbe dire: “Non fare lo schizzinoso, saranno pure ‘soldi sporchi’, ma li hai meritati combattendo, ti spettano”.

Qualcuno ancora, maliziosamente, direbbe: “È facile, per un ricco, rinunciare. È facile fare il santo con la pancia piena!”.

Sono reazioni naturali davanti ad una scelta che sembra umanamente incomprensibile se non inaccettabile.

Carissimi nel Signore, teniamo bene gli occhi aperti!

Il re di Sodoma è morto, ma il suo spirito impregna il mondo, s’insinua ovunque e non si fa scrupolo di offrire i suoi illeciti guadagni, perfino ai più integri servitori del Signore.

Come Abramo, questa settimana potremmo avere delle offerte che potrebbero sembrare la giusta ricompensa per il nostro impegno: assicuriamoci di non cedere a compromessi pericolosi.

Qualcuno potrebbe percepirlo come presunzione, ma si tratta di integrità e di fedeltà!

Dio ci aiuti a non perdere mai di vista la Sua volontà, a rimanerGli fedeli perché la nostra ricompensa viene da Lui e non dall’uomo!


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.

Comments are closed.