logoRdG
Campagna di Adesione

Il Rifiuto Di Apollo

Quanto al fratello Apollo, io l’ho molto esortato a recarsi da voi con i fratelli; ma egli non ha alcuna intenzione di farlo adesso
(1 Corinzi 16:12)

 

Chi era Apollo? Era un ebreo, originario di Alessandria, eloquente e versato nelle Scritture che era diventato un potente ministro del Vangelo.

Era capace, dotato e guidato, tanto che a Corinto era divenuto così popolare da rischiare di oscurare la fama, la stima e perfino il rispetto per Pietro e per Paolo (cfr. 1Corinzi 1:12, 3:4-7).

Nella sua lettera, però, sorprendentemente Paolo dice due cose interessanti.

Prima di tutto scrive di aver molto insistito perché Apollo si recasse dai Corinti, senza alcun timore che potesse diventare ancora più popolare fra di loro.

Poi rivela che Apollo, resistendo alla sua autorità apostolica, si era categoricamente rifiutato di farlo.

Non c’è bisogno di troppa fantasia per immaginare che cosa accadde fra questi due uomini di Dio.

L’apostolo, evitando di farne una questione personale, invitando Apollo ad andare a Corinto, faceva sì che nessuno mai potesse sospettare che vi fosse competizione fra loro.

Apollo, dal canto suo, non aveva alcuna intenzione di assecondare l’infantilismo dei Corinzi e si rifiutò di andare, perché in qualche modo considerava le critiche mosse a Paolo come riferite a lui stesso. Come se avesse detto: “Dovrei andare a Corinto per dilettarli con la mia oratoria mentre mancano di rispetto all’uomo di Dio che li ha evangelizzati?”.

È, indubbiamente, un grande esempio di amore, stima e lealtà.

Senza alcun pessimismo e nessuna generalizzazione, vogliamo esaminarci per vedere se le nostre relazioni sono improntate a questo spirito fraterno, perché se non è così siamo nei guai, fino al collo.

Carissimi, preghiamo e impegniamoci a far sì che Cristo in noi, la Sua vita e il Suo amore producano questo tipo di stima e affetto che renderà il nostro servizio efficace, molto più di tante “qualità” che consideriamo importanti, ma che non lo sono per nulla.

Dio ci aiuti e ci benedica!


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.

Comments are closed.