logoRdG
Campagna di Adesione

A Lui importa

Nessuno si prende cura dell’anima mia (Salmo 142:4)

 

 

 

 

L’esperienza dolorosa di Davide che si sente abbandonato mentre è costretto a nascondersi in una spelonca è comune a molti.

Talvolta soltanto per aver fatto il bene, altre volte per leggerezza o colpa, ci troviamo in situazioni difficili e abbiamo la sensazione che, a nessuno importi di noi, che nessuno sia interessato a prendersi cura di noi.

La via d’uscita da questa “grotta dell’abbandono” dimostra anche la nostra condizione spirituale.

C’è chi, perdendo la speranza, si lascia andare allo scoramento, sprofondando sempre di più nel ventre della terra, rischiando di morire spiritualmente e di non trovare mai più la vera gioia.

C’è chi, confidando nelle energie naturali e caratteriali, reagisce e “si prende cura di sé stesso”, leccandosi le ferite, mugugnando arrabbiato contro il mondo intero.

C’è chi, come Davide, confida nel Signore e rivolge a Lui la sua preghiera. Colui che era stato il pastorello di Betlemme, sapeva bene che il Pastore non abbandona quelli che Lo cercano, che si prende cura del Suo gregge.

Carissimo nel Signore, se anche tu ti senti “non curato”, non lasciarti andare allo scoramento e non ti amareggiare… ma confida nel Signore e ascolta le Sue parole: Eccomi! io stesso mi prenderò cura delle mie pecore e andrò in cerca di loro (Ezechiele 34:11).

Gesù, il Buon Pastore, ha dato la Sua vita per le pecore, anche per te. Lasciati prendere sulle spalle, ricondurre all’ovile, curare con amore.

Non è vero che a nessuno importa di te, la croce di Cristo lo dimostra.

E, forse (in piccolissima parte) anche questo messaggio conferma che qualcuno si cura di te.

 

 

 


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @Buonasettimana

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.

Comments are closed.