logoRdG
Campagna di Adesione

Esci Fuori e guarda al cielo

 

Poi lo condusse fuori e gli disse: «Guarda il cielo e conta le stelle se le puoi contare» (Genesi 15:5)

 

Ad Abramo erano successe molte cose. Aveva liberato Lot dalla prigionia, incontrato Melchidesec e ricevuto la sua benedizione, offrendogli la decima dei suoi beni. Infine, aveva rifiutato, dignitosamente e fermamente, le ricchezze del re di Sodoma.

Aveva, insomma, onorato il Signore: nell’amore fraterno, nell’adorazione e nell’integrità.

Ora Abramo era nella sua tenda ed era notte. Considerando che la parola del Signore fu rivolta in visione, comprendiamo che non aveva ancora preso sonno o che non riuscisse a dormire.

La visione era grandemente consolatoria: «Non temere, Abramo, io sono il tuo scudo, e la tua ricompensa sarà grandissima».

La risposta fu, evidentemente, quella di una fede provata, scoraggiata, forse amareggiata: «Signore, che mi darai? … Tu non mi hai dato discendenza…».

Pazientemente, il Signore gli disse: «Colui che nascerà da te sarà tuo erede».

Poi, quasi a prenderlo per mano, in quella notte che sembrava destinata a stemperarsi nell’amarezza, Dio lo portò fuori dal suo alloggio e gli mostrò il cielo e le stelle, lanciandogli una sfida impossibile: «Guarda il cielo e conta le stelle se le puoi contare» e facendogli una promessa stupenda «Tale sarà la tua discendenza».

Abramo credette al Signore, che gli contò questo come giustizia.

Un’esperienza che gli cambiò la vita.

Egli non diventò perfetto, fece errori di valutazione e manifestò debolezze, ma alla fine ebbe Isacco. La promessa di Dio fu mantenuta.

Carissimo, forse anche tu ti sei messo a letto un po’ scoraggiato, amareggiato e deluso? Prima che prendi sonno, alza gli occhi al cielo e guarda, non quello che avverrà, ma quello che già e accaduto: Gesù Cristo, morto e risorto, seduto sul trono.

Egli vive per te, intercede per te, aspettando che t’accosti a Lui, in umile preghiera, affinché possa farti grazia e darti soccorso al momento opportuno.

Perciò, esci fuori dallo scoraggiamento, guarda al cielo e abbi fede!

 

Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.