logoRdG
Campagna di Adesione

 

I Sopravvissuti

 

Di quegli uomini che erano andati a esplorare la terra sopravvissero Giosuè, figlio di Nun, e Caleb, figlio di Gefunne
(Numeri 14:38)

 

Israele era alle porte di Canaan e Mosè inviò dodici esploratori per una ricognizione in vista della conquista.

Quello che videro era bellissimo e spaventoso: la bellezza di un paese unico, lo spavento degli ostacoli mai visti.

Ritornati all’accampamento, gli esploratori fecero il loro resoconto che finì per essere negativo e pessimista.

Nonostante le obiezioni di Giosuè e Caleb e le loro parole di fede, la versione disfattista prevalse.

Fiaccati dalla paura, gli Ebrei, non solo si rifiutarono di entrare in Canaan ma pensarono di ritornarsene in Egitto.

La colpa gravissima dei dodici non fu soltanto quella di disprezzare la Terra Promessa, mettendo in dubbio la Parola di Dio, ma di scoraggiare gli altri con la loro incredulità.

Questo causò la loro morte.

Delle dodici “spie”, Caleb e Giosuè furono gli unici sopravvissuti. Anzi, per dirla tutta: furono gli unici sopravvissuti alla loro generazione incredula e ribelle.

Carissimi, possa l’esempio di questi due uomini di fede aiutarci a non perdere di vista la fedeltà di Dio per non dubitare mai della Sua volontà e capacità di prendersi cura di noi.

Viviamo in una generazione incredula, lamentosa e pessimista e molti di noi si lasciano condizionare dal contesto, finendo per essere altrettanto lamentosi, pessimisti e increduli.

Ci perdoni il Signore e ci aiuti la Sua grazia ad avere una fede salda nella Sua Parola per non farci scoraggiare dalle sfide che ci aspettano.

Cristo ci ha redenti perché possiamo proclamare le Sue virtù, per portare speranza di perdono e di vita in un mondo che soffre nel peccato.

Perciò, nonostante le difficoltà evidenti, continuiamo ad avere fede in Lui per far parte anche noi della schiera dei sopravvissuti!


Aniello & Rosanna Esposito

Twitter: @adiportici

Il testo di questa meditazione, come tutti i testi pubblicati su questo sito, può essere liberamente distribuito senza scopo di lucro, citando la fonte, l’autore e il sito web da cui è stato tratto.